IL TEATRO 




EcoTeatro offre servizi culturali nel rispetto dell’ambiente e della qualità della vita: elettricità da fonti rinnovabili, risparmio energetico, materiali riciclati, raccolta differenziata e parte dell’incasso destinata alla piantumazione di nuovi alberi per compensare l’anidride carbonica prodotta. Una scelta innovativa e responsabile quella del gestore, l’ente non profit Muse Solidali Cooperativa Impresa Sociale, che rende la città di Milano ancora più Smart e internazionale. Grazie alla cooperativa viene garantita la continuità di un importante presidio culturale della periferia milanese con stagioni teatrali diversificate, dalla lirica alla prosa, dal musical alla danza, dal cabaret ai concerti live... e una serie di spettacoli diurni per le suole e pomeridiani per gli anziani. La scelta di gestire l’attività rispettando l’ambiente rende l’EcoTeatro una start up innovativa che guarda al futuro e vuole essere un primo esperimento per applicare il modello di sviluppo sostenibile al settore dell’arte e della cultura. EcoTeatro oltre ad essere responsabile è anche solidale: il canone di affitto contribuisce alle attività benefiche dell’Istituto Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano e la cooperativa utilizza per i servizi di supporto persone svantaggiate attraverso una collaborazione con altre attività milanesi del terzo settore. La sala ha ottenuto il patrocinio del Municipio 6 del Comune di Milano e il contributo della Fondazione Cariplo. La direzione teatrale è affidata a Marco Daverio, già direttore del Teatro di Milano, autore e regista con esperienza in Italia e all’estero. Lo affiancano Vito Verdino, responsabile culturale e Jenny Rizzo, esperta di ambiente e società. Insieme a loro un gruppo di studenti della facoltà di Scienze dello Spettacolo dell’Università Statale rendono l’EcoTeatro di Milano uno dei laboratori culturali più innovativi e originali della città. La parte tecnica è affidata a Maurilio Boni e il service audio/luci/video si avvale della partnership esclusiva con Zeta Service di Giorgio Vignola.


Un pò di storia

La sala, inaugurata nel 1966 come “Cinema Teatro Orione”, diventa subito un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere con il cineforum dedicato ai ragazzi e gli spettacoli in dialetto milanese. Nel 2012 la struttura viene rinnovata e riaperta con la nuova insegna “Teatro di Milano”. La gestione è affidata a una compagnia di danza riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali. L’ente trasforma la sala in uno dei più significativi presìdi artistici milanesi con un cartellone interamente dedicato alla danza e spettatori che arrivano da ogni parte della città. Nel 2016 il Comune di Milano conferisce al teatro lo speciale riconoscimento di sala convenzionata. A settembre 2018 il teatro cambia gestione e viene affidato alla Cooperativa Muse Solidali che apre la programmazione ad altri generi e innova la conduzione adottando un modello gestionale sostenibile. 

prev next